PIZZA SENZA GLUTINE CON FARINE NATURALI e LEGGERA

La pazienza è la virtu dei forti, così dicono :) Be', diciamo che questa caratteristica non mi si addice molto ma quando si tratta di pizza o di lievitati... guai a chi li tocca! Sinceramente non pensavo che questa quarantena forzata si stesse rivelando una scoperta riguardo a questo tema: i lievitati.

Ormai avrete già sicuramente provato la mia versione di PIZZA NAPOLETANA con farine integrali ( se ve la siete persa la trovate qui )


Cosi, visto che alcune delle mie Coccobelle sono celiache, ho pensato di provare a realizzare questa pizza ma SENZA GLUTINE. Mi sono documentata un po' sulla quantità di xantano che serviva, perchè ero sicura che senza questo ingredienti non sarebbe venuta. Lo conosco fin troppo bene lui.

La gomma di xantano è una delle fonti di fibra alimentare più potenti attualmente disponibili sul mercato. Può essere usata per aggiungere consistenza ai cibi eliminando in tal modo la necessità di utilizzare glutine, pertanto è completamente atossica e ideale per i vegetariani. Gli alimenti consumati come parte di una dieta senza glutine sono carenti in consistenza e spessore. L'aggiunta di gomma di xantano a salse o sughi consente di aumentare la consistenza e il volume dei cibi, senza aggiungere quantità eccessive di calorie. Per farina senza glutine, intendo riferirmi alla pura farina di riso, mais, , grano saraceno ecc. oppure agli amidi di mais e di fecola di patate, quindi non mi riferisco ai preparati industriali senza glutine per dolci o per pane*, in quanto questi ultimi già contengono un certo quantitativo di gomma di guar o di xantano o altri addensanti.

* in questi preparati si ha un'elevata concentrazione di zuccheri e sapete che io li ho eliminati dalla mia dieta.


Questa pizza non solo è ottima per i celiaci ma anche per tutti gli altri, visto che è meglio variare le sostanze che introduciamo nel nostro organismo.
Provatela….poi mi direte se non avevo ragione!
Con questo impasto della pizza posso dire missione compiuta perché oltre a sembrare la classica pizza che siamo abituati a mangiare fatta con le farine di grano, è proprio buona e saporita e mantiene i colori della pizza che mangiano tutti.


x due pizze:

  • 200 gr farina di riso
  • 150 gr amido di mais
  • 70 gr farina di ceci
  • 30 gr farina di canapa ( oppure ceci)
  • 6 gr di xantano
  • 7 gr lievito di birra
  • 330 gr acqua
  • 15 gr olio evo
  • 7 gr sale

in una planetaria unite tutti gli ingredienti secchi, sbriciolando il lievito di birra fresco.

Unite anche l'olio e con lo strumento gancio iniziate ad impastare aggiungendo l'acqua in 3 tranches.

una volta che avrete impastato per 10 minuti, con l'aiuto di una marisa mettete tutto in una ciotola.

NB: scordatevi l'impasto malneabile. La pizza senza glutine deve aver un'elevata idratazione ( 60% minimo ) affinche l'acqua, nel processo di evaporazione riesca ad alzare la parte secca.

ricoprite con pellicola e mettetela a lievitare in frigo per 16 ore. ( Ho provato anche la versione con 8 ore di lievitazione e riesce ottima lo stesso)

Trascorso questo tempo, mettete su una spianatoia della farina e dividete l'impasto in due. Con le mani bagnate stendete l'impasto, lasciando alti i cornicioni, partendo dal centro.

Riscaldate il forno a 250/270°C funzione grill dall'alto.

Riscaldate una crepiera/ oppure una padella antiaderete e sistemate sopra la pizza, cospargendola subito di pomodoro. Spennellate i bordi con un po' di olio e aggiungete la mozzarella di bufala.

Quando inizia ad imbrunirsi sotto, trasferitela sulla teglia da forno e collocatela nel reparto più alto del forno fino a cottura.